I Bigoli neri di Costabissara

L’insegna recita «Trattoria Lovise dal 1893» e non a caso la specialità dei ‘bigoi mori’ fa tornare il calendario al tempo in cui la pasta era questione di olio di gomito: per la sfoglia c’era il matterello, mentre per le paste trafilate si usava il torchio. I bigoli appartengono alla categoria dei vermicelli e non Leggi di piùI Bigoli neri di Costabissara[…]

La Grappa di Clinto di Costabissara

Le prime notizie documentate della famiglia Schiavo a Costabissara vengono da una mappa catastale del 1669 che indica la loro casa laddove si trova oggi la distilleria che ne porta il nome. L’inizio dell’attività ha inizio nel secondo Ottocento e si deve a Domenico Schiavo, che distilla ‘a domicilio’, com’era d’uso all’epoca, girando con un Leggi di piùLa Grappa di Clinto di Costabissara[…]

La fritola co’a sardea di Pievebelvicino

Fin dagli anni ’30 sotto il portico di via Carducci esisteva una delle poche osterie di Pievebelvicino. Era gestita dai coniugi Giovanni Scapin e Caterina Greselin, meglio conosciuta come la “nela” Terminata la tragedia della seconda Guerra mondiale, la gente riprese la modesta laboriosità quotidianità, chi nei campi e boschi, chi nelle varie miniere delle Leggi di piùLa fritola co’a sardea di Pievebelvicino[…]

Le cornette di Montecchio Maggiore

Nel territorio di Montecchio Maggiore con il nome di ‘cornette’ si indicano i baccelli di un particolare tipo di legume, il fagiolo nano dall’occhio veneto. La denominazione scientifica, Dolichos melanophtalmus, mette in risalto la caratteristica saliente del seme: l’occhio (dal greco ophtalmos) di colore nero (melanos) che ne segna la depressione. Il fatto che non Leggi di piùLe cornette di Montecchio Maggiore[…]

Sgnappa e miele di Lugo di Vicenza

La “Sgnappa e miele” è un liquore di antichissima origine lughese, tramandato di generazione in generazione, prodotto con semplici ingredienti originari della Pedemontana Vicentina. In questo finissimo liquore, si sposa il miele da a gricoltura biologica più pregiato, prodotto nelle colline di Lugo di Vicenza dall’az. “Apicoltura Valdastico” di Lugo di Vicenza, unito alla grappa Leggi di piùSgnappa e miele di Lugo di Vicenza[…]

Formaggi ovi-caprini di Montegalda

Il territorio di Montegalda è attraversato da una delle direttrici storiche di collegamento tra Vicenza e Padova e il fatto che vada sotto il nome di strada Pelosa lascia intendere come fosse battuta periodicamente dalle greggi transumanti dall’Altopiano di Asiago alla Bassa Padovana e Rodigina. Su questo precedente si fonda la casearia ovicaprina che lungo Leggi di piùFormaggi ovi-caprini di Montegalda[…]

Olio extravergine di Oliva di Nanto

Dopo un lungo silenzio, dovuto all’abbandono dei poderi collinari dei Colli Berici, l’olivicoltura ha avuto negli ultimi anni un nuovo impulso. L’olio sui Colli Berici oggi si produce soprattutto nella zona di Nanto, Barbarano, Villaga, Mossano, Castegnero e Sossano. Con un grado di acidità molto basso e con un gusto delicato, quasi dolce, rotondo e Leggi di piùOlio extravergine di Oliva di Nanto[…]

Il mais Marano di Marano Vicentino

La polenta è uno dei simboli della cucina veneta e questa varietà di mais dalla storia esemplare è quanto di meglio un cuoco possa chiedere per onorare la sua tradizione. Spetta ad Antonio Fioretti, agronomo da Marano Vicentino, il merito di aver selezionato, circa cent’anni fa un tipo di mais adatto alle terre ghiaiose e Leggi di piùIl mais Marano di Marano Vicentino[…]

Il Riso Vialone Nano e Carnaroli di Grumolo delle Abbadesse e Torri di Quartesolo

Il nome del comune fa riferimento al poggio, grumulus, sul quale nell’antichità sorgeva un castello; le badesse sono invece le principali artefici della fortuna del paese. È infatti alle monache del monastero benedettino di San Pietro a Vicenza che pochi anni dopo il Mille il vescovo Liudigerio I dà in feudo le terre di Grumolo Leggi di piùIl Riso Vialone Nano e Carnaroli di Grumolo delle Abbadesse e Torri di Quartesolo[…]

I bucatini alla lughese

L’Italia è il paese della pasta per antonomasia, ma occorre distinguere le due le tradizioni che la riguardano, dettate dalla latitudine, ovvero dal clima. Al Sud si coltiva grano duro e si produce pasta secca di tutti i formati, lunga come gli spaghetti o corta come le orecchiette. Al Nord si coltiva grano tenero e Leggi di piùI bucatini alla lughese[…]